Seleziona una pagina

Il Circolo dei Principi presenta il 500esimo Anniversario del soggiorno romano del Genio di Vinci
a Palazzo Santa Chiara – Roma

Quando 26 marzo 2017

Dove Piazza di S. Chiara, 14 – Roma

Evento
Un evento elegante per festeggiare i 500 anni del soggiorno romano del Genio di Vinci!
Proprio nel 1517 l’autore della Gioconda lasciava Roma alla volta della Francia, dove avrebbe terminato la sua esistenza un paio di anni dopo, al servizio del Re Francesco I. Nella città eterna fu al servizio di Giuliano de’ Medici, fratello del pontefice, con il suo allievo prediletto il Melzi si dedicò a vari studi di meccanica, ottica e geometria.
L’associazione culturale NoProfit “Circolo del Principe” che si antepone l’obiettivo di promuovere le bellezze artistiche e architettoniche del nostro Paese, vuole ripercorrere la vita del Maestro in un evento a Lui dedicato; presentando in collaborazione con la ProLoco di Vinci, alle 19:00, un romanzo storico edito da Univers: “Viaggio con Leonardo” , esposto dall’autrice, la Dott.sa Katia Ferri Melzi d’Eril e introdotto da un moderatore d’eccezione, il Prof. Emilio Petrini Mansi della Fontanazza.
La serata proseguirà con molte sorprese che lasceranno deliziati i presenti! A partire dal Palazzo storicamente importante che ospita l’evento, luogo dove visse gli ultimi anni Santa Caterina da Siena, compatrona d’Italia e d’Europa, scelto in occasione della ricorrenza della Sua nascita.

Recensione
Durante il nostro evento al Palazzo santa Chiara, saranno esposti due quadri dell’artista Donatella Sommariva “Leonardo e Monna Lisa …..Una coppia?
la complementarietà che si disfa e si ricompone , tra questi 2 quadri, ,invita lo spettatore ,attraverso un lavoro materico di sovrapposizione, ad approfondire la visione ironica di Leonardo e della sua musa , che la pittrice vuole proporre.
Sulla tela che rappresenta il grande genio di Vinci, la nostra immaginazione viene rapita dal fondale ,con la parola “storia ” per accompagnarci in un contesto di misteriosa tempistica accelerata e rivisitata attraverso i secoli. I colori antichi traslucidi sottolineano le pieghe del giornale come tanti file che racchiudono le infinite scoperte dell’eclettico personaggio, tornato tra noi e diventato moderno. Il cappello semi avvolgente ne prolunga la grandiosità.
Donatella vuole lanciare un messaggio importante : Il maestro del ‘400 , quasi extraterrestre, continua ad illuminare il mondo,propone, prolunga e rivisita, studia e insegna in un’era dove la comunicazione è cambiata radicalmente rispetto ai tempi del rinascimento. Ma Leonardo da Vinci, avrebbe sicuramente la capacità di adattarsi al mondo contemporaneo.

La Gioconda di Donatella ,continua a far parte dei misteri della storia dell’arte. Il suo volto velato la impreziosisce di enigmatica seduzione. La tecnica pittorica da libero corso a un camaieu declinato al femminile . I rosa, beige e fuchsia prolungano il gioco alternativo suggerito dall’artista alla nostra fantasia.
Monna Lisa ,non si limita al ruolo di “arbiter elegantiarum” ma sogna di scappare dall’esposizione mediatica del difficile mondo di oggi dove prevale la vetrinizzazione. Rifiuta la celebrità, diventa una donna riservata, semplice , ma pronta a farsi scoprire da chi ritiene avere l’onore e il vantaggio di meritarsi uno sguardo ,un sorriso. Un percorso secolare l’ha resa ancora più smart ,ha scelto uno stile di vita dove l’equilibrio passa per i meandri dell’autostima.

di Michelle M. Kling Hannover